Arriva una sconfitta dolorosa per la Virtus Roma che si deve arrendere all’Happy Casa Brindisi all’overtime per 88-81 dopo essere stata raggiunta da una tripa di Martin a 1” dalla fine dei tempi regolamentari.

Padroni di casa che partono subito forte grazie a tre triple di Thompson e si ritrovano sull’11-2 dopo 4’ di gioco; alla partenza sprint di Brindisi la Virtus risponde con 11 punti di Jefferson che aiutano Roma a ricucire le distanze a fine quarto, 20-15. Il secondo quarto vede Roma rientrare ulteriormente in gara: con Dyson e White arriva un parziale di 0-11 che con 2:20 sul cronometro porta gli uomini di coach Bucchi a condurre con sul 26-29 con tre lunghezze di vantaggio che vengono mantenute fino all’intervallo (32-35). Di ritorno dagli spogliatoi sono Banks e Dyson i protagonisti del terzo quarto con 10 punti a testa mentre l’equilibrio continua a farla da padrone, nonostante il +6 (46-52) toccato dalla Virtus, infatti, il parziale fa registrare un 23-23 che fa entrare le squadre negli ultimi 10’ sul 55-58. Le due squadre continuano a scambiarsi botta e risposta per tutto l’ultimo quarto, fino alla tripla di Dyson del 73-76 a 1’ dalla fine: Roma non riesce a trovare il canestro che chiude la partita e viene raggiunta dalla tripla di Martin a 1” dalla fine. Nell’overtime Brindisi è sempre avanti, resiste agli assalti di Roma, e chiude 88-81.

La Virtus Roma sarà impegnata in trasferta anche nel prossimo turno, quando alle ore 17:00 di domenica 26 gennaio sarà ospite al PalaRadi della Vanoli Cremona.

 

Le parole di coach Piero Bucchi al termine della gara: «Ringrazio Brindisi: la società, i tifosi, per l’accoglienza bellissima che mi hanno riservato, è stato davvero meraviglioso. Venendo alla partita ovviamente dispiace, perché sul più 3 a cinque secondi dalla fine bisogna fare un fallo che però non siamo riusciti a commettere. Peccato perché, pur commettendo qualche errore, la squadra ha fatto una buonissima partita, se avessimo vinto non avremmo rubato nulla. Non siamo in un periodo particolarmente buono, ma sicuramente questa è una gara dalla quale dobbiamo ripartire: è stata una gara positiva proprio come quella di Venezia e ci è sfuggita per gli stessi errori nel finale, che ovviamente si pagano di più rispetto a quelli che commettiamo nel corso del match».

 

Happy Casa Brindisi – Virtus Roma 88-81 1ot (20-15; 32-35; 55-58; 76-76)

Happy Casa Brindisi: Brown 14, Banks 22, Martin 8, Sutton ne, Zanelli ne, Epifania ne, Gaspardo 6, Campogrande, Thompson 18, Cattapan ne, Stone 18, Ikangi 2. All. Vitucci.

Virtus Roma: Cusenza ne, Alibegovic 2, Rullo, Dyson 23, Baldasso 7, White 6, Pini 2, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 21, Buford 11, Kyzlink 9R. All. Bucchi.

 

 

Ufficio stampa Virtus Roma


Potrebbe interessarti anche


Mattinata di sport e sociale per la Virtus Roma che ha avuto il piacere, su invito dell’amministrazione Comunale, di partecipare all’inaugurazione del nuovo playground nel Parco di Val Cannuta cerimoniata della Sindaca Virginia Raggi, alla presenza anche della Presidente del XIII Municipio Giuseppina Castagnetta e del rappresentante del CONI Regionale Lazio per il XIII Municipio, […]

  La Virtus Roma comunica di aver ingaggiato Tomáš Kyzlink, guardia di 198cm per 91kg proveniente dalla Umana Reyer Venezia.   Nato a Vyskov nella Moravia del sud (Repubblica Ceca) il 18 giugno 1993, Kyzlink cresce nel vivaio dell’USK Praga, società con la quale esordisce anche tra i professionisti. Dopo un anno di apprendistato al […]

Si è tenuta ieri sera nella sala stampa del Palazzo dello Sport dell’Eur, prima della sfida con Brescia, la conferenza stampa di presentazione di Nasce la tua Virtus, il progetto di equity crowdfunding lanciato dalla Virtus Roma in occasione dell’evento in Campidoglio del 20 dicembre. Alla conferenza stampa hanno partecipato l’Ing. Claudio Toti, il Direttore […]