Si chiude con una sconfitta il 2019 della Virtus Roma che al PalaBigi di Reggio Emilia si arrende alla Grissin Bon per 96-88.

Reggio prova a indirizzare la partita già dai primi minuti: la Grissin Bon infatti manda a referto sei uomini in un primo quarto che conduce 22-6 a metà tempo e che chiude sul 31-19 dopo che Jefferson aveva provato a riavvicinare la Virtus (23-17 con 2:40). Nel secondo quarto è la coppia Upshaw-Vojvoda con 16 punti a tenere i padroni di casa al comando della partita, andando all’intervallo sul 58-41 nonostante i 9 punti di Buford nel periodo. Di ritorno dagli spogliatoi Alibegovic e Kyzlink con 16 punti in due riportano la Virtus in partita: Roma torna sotto 66-61 con 3’ sul cronometro per poi chiudere il terzo quarto sul 74-66. Con la Virtus che si riporta a contatto sul 78-74 a 6’ dal termine sono 7 punti in fila di Upshaw a regalare agli emiliani l’allungo decisivo in un parziale che porta i padroni di casa sull’86-76 a 3:30 dalla sirena finale. Finisce 96-88.

 

Questa di Reggio Emilia è stata l’ultima partita in maglia Virtus per Michael Moore, con il quale la società ha trovato un accordo per la risoluzione del contratto. Il club augura al giocatore il meglio per il prosieguo della sua carriera e lo ringrazia per l’impegno profuso in questi mesi.

La squadra osserverà il proprio turno di riposo nella 17^ giornata di campionato, il prossimo turno di campionato si giocherà il 12 gennaio, ore 16:30, in casa contro la Virtus Bologna.

 

Le parole di coach Piero Bucchi al termine della gara: «Purtroppo ci capita ogni tanto di avere queste partenze ad handicap che poi si finiscono col pagare, anche se torni a -4; è una questione di maturità, abitudine, ed è una cosa che dobbiamo evitare e qualche volta ci accade. Al di là delle percentuali in attacco, soffriamo questa specie di “sindrome da inizio”. Nel secondo tempo abbiamo lottato in modo generoso, recuperato, fatto vedere che potevamo giocarcela migliorando sia in attacco che in difesa, ma poi si finisce col pagare l’inizio nel quale non troviamo ritmo. La testa è una componente fondamentale, noi abbiamo tanti ragazzi con poca esperienza che fanno fatica a ritrovarsi in modo costante sulla seconda partita: ci siamo presentati con la testa affaticata dopo la bella partita di Venezia e in futuro dobbiamo cercare di evitarlodobbiamo evitare perché ci è è successo tante volte. anche se torni a -4 in modo generoso, ques».

 

Grissin Bon Reggio Emilia – Virtus Roma 96-88 (31-19; 58-41; 74-66)

Grissin Bon Reggio Emilia: Johnson-Odom 12, Fontecchio 5, Pardon 16, Candi 7, Poeta 3, Vojvoda 8, Infante ne, Soviero ne, Owens 11, Upshaw 19, Diouf ne, Mekel 15. All. Buscaglia.

Virtus Roma: Cusenza ne, Moore ne, Alibegovic 14, Rullo 3, Dyson 10, Baldasso 15, Pini 4, Farley ne, Spinosa ne, Jefferson 12, Buford 17, Kyzlink 13. All. Bucchi.

 

Ufficio stampa Virtus Roma



Potrebbe interessarti anche


La Virtus Roma comunica di aver raggiunto l’accordo con coach Daniele Michelutti che nella prossima stagione sarà l’assistant coach di Piero Bucchi. Michelutti, nato a Udine il 6 giugno 1979, ritrova così coach Bucchi con il quale aveva lavorato alla Enel Brindisi dal 2011 al 2016. Dopo aver iniziato la propria carriera a diciotto anni […]