Con cinque vittorie già conquistate, Roma prova ad aggiungere la sesta a una classifica che attualmente la vede in quinta posizione; al Palazzo dello Sport dell’Eur l’avversaria di turno è la De’Longhi Treviso.

La società trevigiana, anch’essa neopromossa, sinora sta ugualmente ben figurando con quattro vittorie e cinque sconfitte nel suo primo campionato di Serie A. Sebbene raccolga l’eredità “spirituale” della storica Pallacanestro Treviso, protagonista per anni nel massimo campionato, non si tratta infatti della stessa società una volta sponsorizzata Benetton.

Sinora vittoriosa solamente in casa e sempre sconfitta in trasferta, resta una squadra che difficilmente molla gli ormeggi: escludendo il match d’esordio in campionato contro Milano, in sei match su otto ha registrato uno scarto non superiore agli 11 punti con gli avversari e in particolare in quattro di questi la differenza di punteggio non è stata superiore ai 5 punti.

Giocatore più rappresentativo della compagine, dopo le quattro stagioni in Serie A corroborate dai successi in quel di Sassari, è David Logan: per il play/guarda americano, fra un mese trentasettenne, sinora 13.7 punti a gara in un utilizzo in campo ancora elevato, di poco inferiore ai 30 minuti di media.

Logan David

In una squadra che risulta la più precisa dalla lunetta dell’intero campionato (prima per percentuale ai liberi con l’80.4%, unica squadra oltre l’80%) e terza per palloni recuperati, con 7.9 a partita, i nomi in evidenza sono però altri due.

Non si può non partire da quello del lungo Isaac Fotu: nativo della Nuova Zelanda, dopo l’ottimo Mondiale disputato con la sua nazionale è attualmente quinto miglior cannoniere del campionato con 16 punti a gara. A proposito di nazionale, suo compagno vicino canestro è quell’Amedeo Tessitori in evidenza questa estate in maglia azzurra.

Fra gli esterni invece il migliore è Aleksej Nikolic: il playmaker appassionato fan di Harry Potter dispensa magie nella regia trevigiana con 3.7 assist a partita, in aggiunta ai 12 punti a gara a cui somma anche 4.1 rimbalzi.

Da non sottovalutare, a completamento della batteria di esterni titolari, lo statunitense Charles Cooke III, unico altro nel roster trevigiano in doppia cifra per punti segnati sinora con 10.3.

Fotu Isaac

Alla guida della De’ Longhi un’altra vecchia conoscenza del campionato di Serie A: coach Max Menetti, a Treviso dopo il lungo ciclo a Reggio Emilia. Ha affrontato coach Bucchi nel massimo campionato per 17 volte, con 11 vittorie (fra cui gli ultimi 6 scontri su 7).

Marco A. Munno



Potrebbe interessarti anche


La Virtus Roma si stringe attorno alla famiglia Maltinti e a tutto il mondo cestistico di Pistoia per la scomparsa di Roberto Maltinti, figura di spicco dello sport pistoiese e italiano che tanto ha dato alla pallacanestro.

La Virtus Roma è felice di comunicare l’ingresso nella famiglia dei partner virtussini del gruppo vitivinicolo 958 Santero in qualità di fornitore ufficiale. 958 Santero, infatti, produrrà una fornitura a edizione limitata di 1000 bottiglie di spumante con logo dedicato per celebrare i 60 anni di storia della Virtus Roma.   La Casa vitivinicola 958 […]

Comunicati
Comunicato

2233

«Dopo venti anni di impegno nel basket nazionale sono costretto, mio malgrado, ad annunciare il mio disimpegno dalla Pallacanestro Virtus Roma. È una decisione importante e sofferta, ma non me la sento più di andare avanti. In questa difficile scelta ovviamente ha inciso in maniera preponderante l’emergenza legata al covid-19, che mi obbliga a dedicare […]