Saper cogliere un’occasione.

Saper aspettare la propria occasione. Pensare che forse potrebbe non arrivare mai.

Vivere la propria occasione.

 

Ecco cosa accumuna la storia ed il percorso di Edoardo Lucarelli, Bojan Matic e Daniel Spizzichino. Un vecchio detto dice che solo allenandosi con i più forti, più forti si diventa e sicuramente quello che hanno potuto vivere questi tre ragazzi nel corso di questa stagione, aldilà di tutto è proprio questa.

La storia di Edoardo Lucarelli in maglia Virtus inizia già da qualche anno e si è capito che questo ragazzo quando alza la mano, forse il tiro è meglio marcarglielo. Certo, la squadra di quest’anno è diversa, anche per lui. Una squadra forte con un certo tipo di rotazioni presuppone meno minuti e meno possibilità ma la qualità di un allenamento o di un consiglio cresce a livello esponenziale.

Fa parte del crescere, non sono qui dallo stesso tempo Daniel Spizzichino e Bojan Matic. E’ vero, non è stata una stagione fatta di minuti e né di azioni memorabili. Ma è solo la punta dell’iceberg, perché dietro c’è un tutto fatto di emozioni e di un processo di crescita che quando sei giovane non puoi fare altro che affrontare, essendo disposto anche a fare delle rinunce, essendo pronto a doverti confrontare con i silenzi e con maglie che dopo la partita non sono poi così sudate ma che invece dopo un allenamento sono quelle da strizzare da più perché lì, quando sei un giovane, non puoi e non devi mai calare, anche solo per un secondo, di attenzione. Perché un tuo errore, vale più di quello di un altro.

Un’annata da ricordare, una di quelle che tra anni ed anni sarà da raccontare, un anno importante per il futuro. Fatto di sacrificio, rinunce ed emozioni, fatto di storie di spogliatoio, di passaggi, di vita da ragazzi giovani in uno spogliatoio di una squadra che ha vinto. Che ha vinto grazie anche a Edoardo Lucarelli, Bojan Matic e Daniel Spizzichino.

Edoardo Caianiello

 



Potrebbe interessarti anche


Casa Virtus racconta il dietro le quinte di un’annata indimenticabile. L’episodio 6 vede protagonisti Amar Alibegovic, Daniele Sandri e Aristide Landi.

Casa Virtus racconta il dietro le quinte di un’annata indimenticabile. L’episodio 7 vede protagonista Francesco Carotti, direttore operativo della società.