Al PalaDozza di Bologna, nel match di ritorno della finale “Campione d’Italia dilettanti FIP”, la Virtus Roma cede di misura alla Fortitudo Bologna al termine di una splendida partita di pallacanestro che ha visto le due squadre promosse in Serie A affrontarsi a viso aperto, regalando emozioni a tutti i tifosi.

Fortitudo vs Virtus Roma

Inizio lento per la Virtus al PalaDozza che fatica ad entrare nel match, sotto di 10 lunghezze dopo 5’ (16-6). La squadra capitolina subisce l’offensività dei padroni di casa, in particolare quella di Hasbrouck, e non riesce nella rimonta. Il primo quarto si chiude sul 27-11.

Nel secondo quarto la Virtus entra in partita, ma le triple di Rosselli e Hasbrouck aumentano di nuovo la forbice (39-25). La partita si riapre nei minuti finali: le due triple di Alibegovic prima e Moore allo scadere consegnano alla Virtus il -3 e un secondo tempo che ripartirà dal 41-38.

Dopo pochi minuti dall’inizio del terzo quarto, la Fortitudo piazza un parziale di 11-0 e ritrova la doppia cifra di vantaggio (57-45). Sandri sblocca la Virtus con una tripla, sono 8 i punti consecutivi degli uomini di coach Bucchi che si riavvicinano conquistando il -4 (57-53). Durante il resto del quarto la Fortitudo mantiene il vantaggio e chiude sul 66-59.

L’ultimo quarto è di tutta grinta e carattere per la Virtus Roma, trascinata dalle due triple di capitan Chessa grazie alle quali si porta a -1, 70-69. La tripla di Leunen a meno di 5’ dal termine del match riallontana di 5 lunghezze la Virtus che però resta in partita e non permette alla squadra di casa di chiudere il match in anticipo. Le ultime due triple dei due USA Virtus portano in vantaggio la squadra capitolina 81-82. Hasbrouck segna il libero del pareggio e il match va all’overtime, 82-82.

Nell’overtime la Virtus comincia subito bene con 5 punti consecutivi, ma la Fortitudo reagisce e si riporta in vantaggio sul 92-87. Nonostante un’altra tripla di Leunen, la Virtus resta in partita fino alla fine: al termine il tabellone segna 103-100.

Le parole di coach Bucchi in conferenza stampa: “I miei complimenti alla Fortitudo: queste due gare sono state una festa e, mentre nella gara di andata i ritmi sono stati blandi, questa sera abbiamo avuto ritmi più vivaci. Abbiamo festeggiato insieme la promozione in Serie A”.

A, testa altissima.

 

IL TABELLINO

Fortitudo Bologna – Virtus Roma (27-11; 41-38; 66-59; 82-82; 103-100)

Fortitudo Bologna: Delfino 3, Cinciarini 8, Mancinelli 13, Franco ne, Benevelli, Leunen 21, Prunotto ne, Venuto 3, Rosselli 17, Fantinelli 3, Pini ne, Hasbrouck 35. All. Martino.

Virtus Roma: Alibegovic 13, Lucarelli ne, Chessa 6, Moore 18, Sandri 9, Baldasso 7, Landi 9, Prandin, Sims 31, Santiangeli 7. All. Bucchi.

Qui il MatchCenter ufficiale della partita.

 

#VirtusIsBack



Potrebbe interessarti anche


La Virtus Roma comunica che, oltre al roster già ufficializzato che affronterà la stagione entrante, si aggregheranno alla squadra i seguenti giovani: Adriano Moretti, play/guardia, 1999, in prestito dalla US Tiber Basket; Samuele Laprica, ala grande/centro, 1998, Smit Roma Centro; Daniel Spizzichino, guardia, 1999, Virtus Roma. #VirtusIsComing – Questo è l’inizio di una nuova storia. Viviamola insieme.

La Virtus Roma comunica l’ingaggio di Amar Alibegovic, lungo bosniaco di passaporto italiano di 206 cm per 109 kg proveniente dalla St. John’s University di New York.   Alibegovic nasce a Corvallis (Oregon) negli Stati Uniti il 31 marzo del 1995, figlio del leggendario Teoman (che in Italia ha giocato nella Fortitudo Bologna, a Trieste […]