È il giorno del primo #VirtusRomaASK e di Massimo Chessa, che ha risposto a dieci delle tantissime domande che ci avete inviato ieri. C’è chi gli ha chiesto delle prossime Final Eight, chi era curioso di scoprire se amasse qualche altro sport oltre il basket e chi gli ha semplicemente chiesto dei consigli di gioco.

Vi suggeriamo di arrivare fino in fondo, c’è addirittura qualcuno che ha lanciato il guanto di sfida! Leggiamo insieme come se l’è cavata il nostro Capitano!

 

Quali sono le tue impressioni in vista delle Final Eight?

La competizione è davvero interessante, soprattutto perché avremo la possibilità di confrontarci con le squadre del girone Est. L’eliminazione diretta rende la manifestazione molto elettrizzante per noi giocatori e, come immagino, anche per voi tifosi. Affronteremo Verona come se fosse una finale.

 

A quale giocatore ti sei ispirato nella tua carriera?

Sono cresciuto guardando le partite di Pozzecco e Basile, li considero due dei più grandi giocatori del basket italiano.

 

Cosa significa per te la Virtus?

Per me è motivo di orgoglio essere capitano di una società storica come la Virtus Roma, ormai sono al mio terzo anno qui e posso davvero dire di sentirmi a casa.

 

Hai una squadra NBA per cui fai il tifo?

Tifo per i Toronto Raptors perchè mio figlio adora i dinosauri e guardiamo insieme le loro partite!

 

Ciao Massimo, cosa fai quando non giochi a basket?

Passo più tempo possibile con mio figlio e la mia compagna Alessandra e, quando riusciamo, cerchiamo di visitare e conoscere sempre più Roma, una delle città più belle al mondo.

 

Sono Giulio, ho 13 anni, gioco a basket da quando ne ho 4. Amo questo sport e tifo Virtus fin dalla nascita. Ti volevo chiedere se quando eri più piccolo (12, 13 anni) eri già forte a giocare basket.

Alla tua età pensavo più che altro a divertirti, per me è stato cosi. Qualche anno dopo ho capito che il basket poteva diventare la mia professione e la mia vita e, in effetti, è ciò che è successo. Tuttora, comunque, continuo ad andare in palestra con lo spirito di un bambino.

 

Come riesco a migliorare il mio gioco in partita? Perché in allenamento mi entrano tiri che in partita sbaglio clamorosamente??

Continua ad allenarti e impara dagli errori. Se segni in allenamento prima o poi i canestri arriveranno anche in partita.

 

Ciao Massimo, qual è stato il tuo primo amore a livello di sport? Hai cominciato subito con la pallacanestro?

Fino agli 8 anni ho giocato a pallavolo ma ero già un grande appassionato di basket e andavo sempre a vedere le partite della Dinamo Sassari con mio padre e mio fratello. Dopo il primo allenamento ho capito che non potevo farne più a meno e infatti da allora non ho più smesso.

 

Hai in mente dei progetti dopo aver finito di giocare a basket?

Ancora no, sinceramente non ci ho ancora pensato. Spero di aver ancora tanti anni di pallacanestro avanti!

 

Saresti disposto a venire al campetto per un 3 vs 3 con i miei colleghi?

Sfida accettata! Vengo con Baldasso e Santiangeli: chi perde paga pizza e birra!



Potrebbe interessarti anche


Torna, per il secondo appuntamento, il #VirtusRomaASK che oggi vede protagonista Nic Moore! Il nostro play americano ha risposto a dieci domande, scelte tra le tante che avete inviato nella giornata di ieri: tra piatti romani preferiti, la lontananza dagli USA e i progressi in lingua italiana, anche questa settimana sono tanti i temi affrontati […]